Scritto da Erik Weijers 2 mesi fa

Una possibile richiesta di margini per MicroStrategy è un rischio?

Mentre il prezzo delle azioni e delle criptovalute non regge alla grande, circola un rapporto con i commenti del CFO di MicroStrategy. Si parla di una società che ottiene una richiesta di margine se Bitcoin scenderà a $21.000. MicroStrategy ha circa 130.000 Bitcoin sui suoi libri.

Che succede? La società MicroStrategy sta acquistando in modo aggressivo Bitcoin da luglio 2020. All'inizio l'hanno pagato con le loro riserve di dollari. Quando hanno esaurito quelli hanno cercato altri strumenti finanziari per acquistare più Bitcoin. Ad esempio, hanno emesso diversi round di obbligazioni e preso in prestito oltre 200 milioni di dollari dalla Silvergate Bank.

La notizia della richiesta di margini si riferisce solo a quell' ultimo prestito, che hanno preso quando Bitcoin era di circa $42.000. Al 50% di quel valore, otterrebbero una richiesta di margine, il che significa che devono mettere su soldi extra per coprire il prestito. Quindi è vero che questa richiesta di margini non è impensabile. In quel momento avrebbero dovuto pagare. Tuttavia, questo non è un problema importante per MicroStrategy. Possono farlo con i dollari o con una parte del loro Bitcoin non collateralizzato. Da dove proviene il FUD è l'idea che la loro intera posizione Bitcoin potrebbe essere liquidata. Non è vero.

Niente di tutto questo è dire che prendere in prestito fiat per acquistare criptovalute è senza rischi: al contrario. Il gioco del leverage trading su alcuni exchange può portare alla perdita dell'intera posizione. Lì non c'è neanche una richiesta di margini.

L'investitore miliardario Paul Tudor Jones rimane rialzista

In mezzo a tutta la violenza della Fed che cerca di danneggiare il mercato (i tassi di interesse saranno di nuovo aumentati, come previsto, dello 0,5%), è bene sentire una storia positiva. "È difficile non essere lunghi criptovalute", ha detto il famoso investitore Tudor Jones. È stato uno dei primi della più vecchia guardia di miliardari ad entrare apertamente in Bitcoin nel 2020.

"Vedo questo divario generazionale ed è un divario digitale. [le persone anziane] come me si stanno arrampicando il più velocemente possibile per capirlo. Lo vedo nel mio gruppo di quantini, con gli amici dei miei figli. Molte delle menti più intelligenti che escono dai college oggi stanno andando in criptovaluta. La cosa numero 1 che lo trattiene sono i governi [perché] perdono la capacità di controllare l'offerta di denaro ".

Tudor Jones dice di avere attualmente una posizione "modesta" in criptovaluta.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 70 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb