Scritto da Erik Weijers 5 mesi fa

Nuovo fatto storico di Dogecoin: il "Robin Hood" del DOGE si rivela

Mentre il prezzo di DOGE è salito ieri in risposta alla notizia di Elon/Twitter, è emerso un nuovo fatto divertente dei suoi primi anni. Kevin Rose sostiene di essere la persona dietro il misterioso "Hood" del 2014. Ci ricorda che DOGE era ed è più di quanto i critici dicano.

Kevin Rose dice di essere la persona dietro il Robin Hood di Dogecoin. Rose è la fondatrice della piattaforma di social media Digg del 2004 e più recentemente dei progetti NFT Proof e Moonbirds. Hood era una sorta di progetto di street art a San Francisco nel 2014: le persone potevano scansionare un cartello con un codice QR e ricevere una donazione in DOGE.

Il cartello di donazione del Doge, 2014

Il progetto ci ricorda che Dogecoin è stato effettivamente utilizzato all'inizio. I primi adottanti non lo facevano solo per i soldi. Uno dei primi casi d'uso era il tipping su Reddit. Con questo, la campagna Hood del 2014 è stata un precursore di un'applicazione delle criptovalute che recentemente è diventata di nuovo rilevante in Ucraina: fare donazioni. Per questo caso d'uso, le cripto sono più veloci e più resistenti alla censura degli strumenti finanziari tradizionali.

Il potere duraturo di un buon meme

DOGE è ancora nella top 15 delle criptovalute di maggior valore. Come è possibile?

A differenza di Bitcoin, la moneta non ha limiti sul numero totale di monete che saranno in circolazione. Inoltre, il numero di sviluppatori e progetti è nano rispetto a quello che, diciamo, Ethereum riesce a mobilitare. Qual è la ragione per cui DOGE - anche se con picchi e cadute - è durato così a lungo?

Il potere di un meme può essere forte e - come si è scoperto - continuare per molti anni. Il fondatore di Dogecoin Jackson Palmer pensava nel 2013 che Dogecoin sarebbe durato solo pochi giorni. Dopo tutto, era solo uno scherzo, un meme? Quello che ha preso piede all'epoca è stata l'idea di allegare uno scherzo a qualcosa di così mortalmente serio come un progetto di criptovaluta. Le criptovalute si sono prese e si prendono molto sul serio - giustamente, tra l'altro - ma è questa vibrazione che lascia spazio al divertimento a cuor leggero.

E quel divertimento apparentemente colpisce in ogni mercato toro. Fino all'inizio del 2021, le notizie sono state dominate da Bitcoin ed Ethereum. I massimalisti seri di entrambi i campi si sono battuti sulla questione di quale sia la forma più pura di denaro e se il proof-of-stake sia un'alternativa legittima al proof-of-work. Fino a quando Elon Musk improvvisamente grida: "Bau!" Naturalmente, il prezzo delle azioni di Doge è sceso ancora significativamente dal top di Elon nel 2021. Ma il prezzo è ancora più di dieci volte superiore al top del 2018 - e Bitcoin non può replicarlo.

Dogecoin come primo NFT?

Il fatto che un pioniere delle NFT (il già citato Kevin Rose) sia stato un primo sostenitore di Dogecoin dimostra qualcos'altro. Vale a dire, che Dogecoin ha molte caratteristiche di un progetto NFT. Vale a dire, era una dichiarazione culturale/finanziaria di una comunità ispirata. Certo, Dogecoin non era strettamente parlando un NFT ma una normale criptovaluta. Ma si potrebbe pensare ad essa come una NFT la cui proprietà potrebbe essere distribuita (frazionata) tra la comunità.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 80 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb