Scritto da Erik Weijers 6 mesi fa

Le reazioni più interessanti all'OPA di Elon su Twitter

Dal mondo delle criptovalute, stanno arrivando le reazioni all'offerta pubblica di acquisto ostile di Elon Musk per Twitter. In sostanza: questa è un'opportunità per ricostruire la rete su un modello decentralizzato. Naturalmente, c'è anche molto scetticismo: "Non lo permetteranno".

In primo luogo, resta da vedere se l'offerta di Elon Musk sarà accettata dagli azionisti di Twitter. Come un elefante in un negozio di porcellana, Musk sta correndo verso il suo obiettivo, che alcuni dubitano sia proprio il suo obiettivo. Forse gli piace solo la rivolta? Le azioni di Twitter sono attualmente scambiate molto più in basso rispetto all'offerta di Musk, il che dimostra che il mercato ha i suoi dubbi se questo andrà in porto.

Lo stesso Musk afferma di puntare a un Twitter che censuri meno e in cui ognuno possa dire quello che vuole, entro i confini della legge. Prevede anche che il codice sorgente sia pubblicato open source su GitHub e chiunque possa dare suggerimenti. Infine, vuole fare qualcosa per lo spam e i bot truffa.

Crypto Twitter: la possibilità di fare Twitter Web3

Crypto Twitter consiglia che Musk crei Twitter Web3. Cioè, per dare agli utenti la proprietà. Nessuno compra nulla per i like e i follower. Ma dando a Twitter una propria moneta, le persone che contribuiscono a qualcosa sarebbero anche ricompensate finanziariamente. Questa, per esempio, è l'opinione di Raoul Pal:

"Twitter ora ha una grande opportunità di ottenere Web3 nel modo giusto e scalarlo. [...] Creare un sistema di token. [...] Le persone che aggiungono valore alla rete ottengono token. L'economia dei token vale probabilmente 10 volte il valore delle azioni".

Sam Bankman-Fried, fondatore di FTX, prevede che i Tweet siano criptati e messi a catena, con il mittente in grado di scegliere chi può leggere il Tweet. Twitter potrebbe anche far pagare una tassa per Tweet, per esempio, un centesimo o un decimo di centesimo. Una forma di proof of work, che scoraggerebbe i bot di spam.

Non succederà

Anche se la comunità cripto è d'accordo sul fatto che Twitter è irrimediabilmente 'Web2', la gente pensa che sia una piccola possibilità che accada davvero.

Il CEO del fondo hedge cripto BlockTower Capital Ari Paul ha detto:

"Chiunque pensi che questo sia un percorso verso la decentralizzazione non ha prestato attenzione. Si può guardare praticamente qualsiasi cosa che Dorsey o Musk abbiano mai toccato (o quasi qualsiasi azienda di sempre). Non otterremo la resistenza alla censura o la "libertà" come un 'regalo' da un capitalista. La otterremo costruendo delle alternative".

L'analista finanziario Nic Carter guarda la cosa dal punto di vista dei poteri:

"Non credo che il regime permetterà a Elon di controllare l'organizzazione mediatica più importante là fuori. Non se offre 100 dollari per azione. Non si tratta di soldi, si tratta di un'entità aziendale che è un ramo esternalizzato e pienamente cooperativo dello Stato ".

C'è anche una critica all'entusiasmo ingenuo di alcuni fanboys/girls di questa potenziale acquisizione. Secondo il creatore di Dogecoin Jackson Palmer, "Ci vuole una notevole ginnastica mentale per associare qualsiasi tipo di 'libertà' con l'uomo più ricco del mondo che inizia un'acquisizione ostile e costringe una delle più grandi piattaforme pubbliche di social media privati".

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 80 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb