Scritto da Erik Weijers 2 mesi fa

Il merge di Ethereum sarà attivo su testnet

All'inizio di giugno, la rete di prova pubblica di Ethereum, chiamata Ropsten, assumerà la guida del merge. A seconda della quantità di informazioni (bug) che questa versione di prova del merge fornirà agli sviluppatori, la mainnet di Ethereum dovrebbe entrare in funzione nel terzo trimestre del 2022.

La data prevista per il merge su testnet è l'8 giugno. Questo secondo le attività su Github, la piattaforma di comunicazione per gli sviluppatori di software. Gli sviluppatori di Ethereum hanno offerto ricompense fino a mezzo milione di dollari agli sviluppatori che espongono i punti deboli su testnet o mainnet. Alla recente conferenza Permissionless, lo sviluppatore di Ethereum Preston van Loon ha indicato l'agosto 2022 come obiettivo per la fusione effettiva.

Che cos'è il merge?

Il merge di Ethereum è all'ordine del giorno da anni ed è stato più volte anticipato. Il termine si riferisce alla fusione dell'attuale blockchain di Ethereum con quella futura (Ethereum 2.0), che si basa sulla proof-of-stake anziché sulla proof-of-work. Dopo la fusione, le transazioni sulla blockchain di Ethereum saranno elaborate e convalidate dagli staker anziché dai minatori. Ciò è in linea con l'ideale del basso consumo energetico.

La fusione è solo un passo verso un futuro di Ethereum che sia proof-of-stake e possa gestire un maggior numero di transazioni. Se la fusione avrà successo, dovremo ancora attendere l'implementazione dello sharding prima che la capacità di transazione di Ethereum aumenti notevolmente. Questa capacità di transazione è attualmente un problema importante: porta a congestioni periodiche e a costi di transazione elevati. Le catene di shard sono 64 blockchain parallele che contribuiranno ad alleggerire la catena principale (la Beacon Chain). L'entrata in funzione dello sharding dipende dal successo della fusione ed è prevista per il 2023, ma tali date previste vengono spesso anticipate.

L'enorme importanza di un merge di successo

Non c'è da stupirsi che gli sviluppatori di Ethereum stiano procedendo con tanta cautela. La posta in gioco è alta. Se la fusione avrà successo, sarà una pietra miliare nel mondo delle criptovalute: una grande blockchain che passa con successo dalla proof-of-work alla proof-of-stake è un grande successo. Paragonatelo alla sostituzione del motore a elica di un aereo con un motore a reazione, in pieno volo!

Se il merge dovesse fallire, tuttavia, si avrebbe una grossa frattura nella fiducia della blockchain come tecnologia. Non è un evento piacevole, soprattutto ora che siamo in un mercato ribassista. Negli anni di lavoro sulla fusione, Ethereum è diventato così grande che milioni di persone hanno iniziato a dipendere da una blockchain Ethereum funzionante per i loro investimenti e il loro lavoro.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 70 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb