lb

5 mesi fa

Elon Musk preferisce Dogecoin – Tesla adotta DOGE

L’uomo più ricco del pianeta terra sta cercando di iniziare una missione su Marte un bel giorno ed eventualmente consentire all’umanità di colonizzare il pianeta rosso in futuro. Ma fino a quel giorno sembra che la sua attività più importante sia Dogecoin. Musk ha causato polemiche nell’ultimo anno e lo sta facendo di nuovo.

Tesla adotta Dogecoin

Ieri Elon ha lanciato la bomba su Twitter e ha annunciato che Tesla accetterà Dogecoin per il pagamento. Anche se sembra che questa sia solo una prova e che DOGE sia accettato solo per alcuni prodotti di merchandising selezionati, la decisione è stata alquanto sorprendente. Se questo primo test avrà successo, Tesla potrebbe anche aprirsi ulteriormente a Dogecoin.

Era il maggio 2021 quando Musk annunciò che Tesla non avrebbe più accettato Bitcoin per i pagamenti. Secondo lui, la società era preoccupata per l’impatto ambientale del mining di Bitcoin. Musk ha aggiunto un mese dopo che Tesla prenderà in considerazione di accettare nuovamente i pagamenti in Bitcoin una volta ridotto l’impatto ambientale del mining. Ciò richiederebbe hardware minerario più efficiente o utilizzo di energia verde in tutto il settore minerario.

Dogecoin dipende anche dal mining e non è chiaro perché DOGE dovrebbe essere più adatto ai pagamenti rispetto a Bitcoin. La comunità Dogecoin d’altra parte non si è curata molto di queste preoccupazioni ed è stata contenta dell’adozione e ha accompagnato il tweet con meme gioiosi.

Il mercato reagisce pesantemente

Nonostante il mercato sia crollato dal 4 dicembre, Dogecoin è decollato e ha guadagnato circa il 35% in poche ore dopo che Musk ha twittato. Il “Dogefather” è noto per twittare occasionalmente sulle sue criptovalute preferite e in particolare su Dogecoin.

Dare così tanta visibilità alle monete meme ha sollevato la questione se Musk stia manipolando il mercato o meno. I critici affermano che una persona nella sua posizione deve aderire a standard che proteggono gli investitori e che il suo comportamento sui social media sta causando perdite per gli investitori al dettaglio che stanno cercando di prendere il treno prima che lasci la stazione. Ma una volta che Musk ha spostato il mercato, diventa improbabile che gli investitori in ritardo possano trarre profitto dalla situazione.

D’altra parte, gli studi rivelano che gli investitori al dettaglio sono ben consapevoli che un investimento in criptovalute può essere un’impresa rischiosa. Pertanto, si potrebbe sostenere che sono ben consapevoli dei rischi. Ma ciò che è più interessante è la domanda se Musk sia disposto a riabilitare Bitcoin. Tesla detiene ancora Bitcoin e non ha intenzione di venderlo. Detenere il bene e allo stesso tempo rifiutare di usarlo per le transazioni commerciali quotidiane sembra essere un po’ strano.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 70 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb