lb

Scritto da Erik Weijers 23 giorni fa

Uniswap e il fee switch: si farà? 

Uniswap è l'originale borsa decentralizzata ed è ancora unica per alcuni aspetti. Oltre a essere innovativa - permetterà presto di scambiare NFT - è conservativa sotto un altro aspetto: le commissioni di trading non spettano ai possessori della sua moneta UNI. La situazione rimarrà invariata o verrà attivato il cosiddetto fee switch (cambio di commissioni)?

Uniswap è una delle poche borse decentralizzate (dex) in cui le commissioni di trading pagate dai trader sono completamente incanalate verso i fornitori di liquidità. Il trading su dexes come Uniswap avviene in pool di liquidità. Questi sono i luoghi in cui gli utenti depositano le loro monete e dove vengono determinati i prezzi. Tradizionalmente, solo le banche guadagnano con lo scambio di valuta - con i dexes sono gli utenti (fornitori di liquidità o LP) a mettere direttamente a disposizione il loro capitale per le transazioni e a essere ricompensati per questo.

Cos’è il fee switch?

Dopo l'attivazione, la commissione percepita dai fornitori di liquidità scenderà dallo 0,3% allo 0,25%. Lo 0,05% andrebbe ai titolari di UNI. Dexes come TraderJoe e Sushiswap pagano ai possessori di token percentuali simili.

Aspetta, allora perché le persone detengono il token UNI se non traggono alcun beneficio dall'attività di trading? Beh, fate un paragone con le azioni. Possiamo considerare un dex che paga una percentuale delle sue commissioni di trading come un'azienda che paga un dividendo ai suoi azionisti. Ma non tutte le società pagano dividendi. Un'azienda di grande successo come Amazon non ha mai distribuito dividendi, eppure il prezzo delle sue azioni è estremamente positivo.

Perché non attivarlo?

Il fee switch è come una bomba pronta a esplodere: si trova già nei contratti intelligenti del codice Uniswap. Basterebbe che passasse un voto di governance per essere attivato.

Ma sarà un bene per il prezzo dell'UNI? Dal 2020, l'uso di Uniswap è esploso. Nonostante tutti i fork e gli imitatori, come Sushiswap e Pancakeswap, Uniswap è ancora di gran lunga il più grande DEX con un volume di scambi paragonabile a quello di una borsa centralizzata come Coinbase.

Una delle ragioni principali del successo di Uniswap è il fatto che gli LP fanno un ottimo affare. Paragonatelo al modo in cui Amazon ha fatto in modo che gli utenti venissero prima di tutto. Se gli utenti sono soddisfatti, i ricavi e il prezzo delle azioni seguiranno. Se Uniswap riducesse le tariffe per i fornitori di liquidità, questi potrebbero cambiare piattaforma.

Attivando Il fee switch , Uniswap perderebbe la sua identità unica e si unirebbe semplicemente al gruppo dei dex. La storia del marketing ha dimostrato che rinunciare a un punto di vendita unico spesso non è una mossa intelligente.

Sarà il tempo a dirlo. Nel frattempo, i detentori di UNI possono stare tranquilli: ci sono 3 miliardi di dollari nel tesoro a sostegno delle loro monete.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 70 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

lb