Erik Weijers, 7 mesi fa

Sei argomenti contro le cripto - e come confutarli

Anche se i governi e i media sono stati recentemente più positivi su Bitcoin e cripto, una parte considerevole delle opinioni in circolazione rimane negativa. Questo è dovuto principalmente ad una mancanza di comprensione di alcuni concetti fondamentali. Elenchiamo una serie di obiezioni - con contro argomentazioni. Potrebbe tornarti utile quando vorrai difendere il tuo investimento in criptovalute alle feste di famiglia.

1. Cripto è una bolla/troppo volatile

I prezzi delle cripto si muovono molto (sono volatili) e quindi sarebbe un cattivo investimento. Ma la volatilità è semplicemente il prezzo che paghiamo per un rendimento medio elevato. Immaginate che ci fosse un'azione che salisse del 100% all'anno ad un ritmo costante, quindi senza volatilità. Chi non vorrebbe possedere un tale titolo! E così tutti si accalcano, il prezzo esplode, la gente prende profitti, il prezzo scende... ciao volatilità. La volatilità in sé non è un rischio. Però richiede uno stomaco forte.

Il mercato delle criptovalute è una bolla? Ci sono ragioni per credere di no. C'è ancora un centinaio di volte più denaro nel mercato obbligazionario globale che nelle criptovalute. Quindi c'è ancora un enorme spazio di crescita. Detto questo, il mercato può essere sopravvalutato a volte.

2. Il consumo di energia è troppo alto!

Questa è una freccia puntata su Bitcoin in particolare. C'è un articolo spesso citato del 2017 che prevedeva che l'estrazione di Bitcoin avrebbe usato tanta energia quanta ne produceva il mondo entro il 2022. Non si è avverato, a dir poco.

L'alto costo per transazione è anche spesso menzionato in questo contesto. Ma dividere i costi di estrazione per il numero di transazioni sulla blockchain di Bitcoin non è il modo giusto di guardarlo. Non lo facciamo così neanche con le transazioni in oro.

È meglio considerare il costo dell'hardware e del consumo di energia di Bitcoin come costi di sicurezza della rete, per esempio contro gli attacchi da parte di malintenzionati. Visto in questo modo, il costo della sicurezza è attualmente meno del 2% del valore della rete. E questa percentuale sta diminuendo ogni anno.

3. Le criptovalute sono usate per attività illegali

    Le criptovalute sono usate da spacciatori di droga e altri criminali! Certo, Silk Road non è stato un buon inizio agli occhi delle forze dell'ordine. Ed è vero che il ransomware è un problema. Ma secondo Chainalysis, la percentuale di transazioni cripto usate per attività criminali è dello 0,6%. Le criptovalute non si prestano bene al crimine in un aspetto importante: i ladri hanno sempre un sacco di problemi a riciclare il loro bottino a causa della natura aperta della blockchain.

    Forse Chainalysis sta stimando troppo in basso - ma poi di nuovo. Il fatto che i primi telefoni cellulari fossero avidamente ricercati dai criminali era anche una ragione per vietare i telefoni cellulari? Il che ci porta al prossimo argomento.

    4. I governi stanno per vietarle

      C'è, naturalmente, un granello di verità in questa preoccupazione. La domanda è: cosa significa esattamente vietare? È stato molto eccezionale che un governo abbia vietato il possesso di Bitcoin o altre criptovalute. Tuttavia, un paese come la Cina ha vietato il mining e le transazioni di criptovalute.

      I paesi occidentali non sono andati così lontano. Inviare una transazione Bitcoin è inviare un pezzo di codice. Vietarlo è costituzionalmente molto difficile da difendere per una società occidentale. Poiché il codice è un linguaggio, si potrebbe sostenere che le transazioni cripto rientrano nella libertà di parola.

      Sta diventando sempre più chiaro che i governi occidentali hanno intrapreso la strada della regolamentazione, che sembra rimuovere un possibile divieto come opzione. Questo era già molto improbabile: come governo non vuoi spaventare un'industria che fornisce così tanto potenziale - sia in termini di persone di talento che di entrate fiscali.

      5. Le criptovalute non hanno valore intrinseco

        Bitcoin è stata la prima criptovaluta e quindi la prima a ricevere questa accusa: non ha valore intrinseco. 'Che diavolo è? Come può il codice di programmazione avere valore?

        Questo è difficile perché ci costringe a guardare a ciò che è il denaro. Nel corso della storia, sono emerse forme di denaro che hanno proprietà come stabilità, scarsità, divisibilità e fungibilità. Se dai un'occhiata più da vicino a Bitcoin, vedrai che ha anche queste proprietà - solo non nel dominio fisico ma in quello dell'informazione.

        La novità del mezzo probabilmente lo rende difficile da comprendere per le persone. Per esempio, sentirete l'argomento: a differenza dell'oro, Bitcoin non può essere usato per applicazioni industriali. Mentre quell'uso industriale non è affatto ciò che dà valore all'oro. Sono le suddette proprietà monetarie che determinano se qualcosa può essere denaro. L'uso industriale è negativo solo per lo stock-to-flow (scarsità) di un bene. Prendiamo il petrolio. Una delle ragioni per cui il petrolio non è adatto come denaro è che ha molti usi industriali. Pertanto, non può crescere un grande stock che non può essere influenzato dai produttori (lo stock-to-flow del petrolio è basso).

        6. La criptovaluta pone un rischio sistemico

        Questa obiezione viene principalmente dalle autorità finanziarie. Le violente fluttuazioni del mercato delle cripto potrebbero forse riversarsi sui mercati tradizionali. La stablecoin USDT (Tether) ne ha sopportato a lungo il peso. Una corsa in banca su una stablecoin come Tether potrebbe portare ad una caduta del prezzo di quella moneta, che scuoterebbe il mercato delle cripto. Lo stesso vale per altre stablecoin. È certamente vero che c'è un rischio qui.

        Questo argomento viene contrastato considerando che accettare i movimenti di mercato e il rischio potrebbe essere una caratteristica, non un bug. Il sistema tradizionale cerca di coprire questo rischio facendo pagare ai governi (leggi: ai contribuenti) i rischi irresponsabili presi dalle banche di investimento, per esempio. Cripto dice: no, noi lo facciamo in modo diverso. Tutti noi corriamo il rischio di oscillazioni (di prezzo) o l'occasionale hacking in DeFi. Questo rende i sistemi più forti. E quando i prezzi sono di nuovo in luna, noi utenti e investitori al dettaglio possiamo tutti godere di profitti - e non solo Wall Street.

        A proposito: il mercato delle criptovalute ha sperimentato crolli di oltre il 50% diverse volte. DeFi continua a tirare avanti e nessuno sta implorando di essere salvato dalla Banca Centrale. La gente prende le sue perdite e ci ride sopra - o continua ostinatamente a fare il dollar-cost-averaging e l'hodling.

        Articoli in primo piano
        Articoli correlati
        Cardano vs. Ethereum - Qual è la differenza tra le due blockchain?

        lug 20, 2022

        Cardano ed Ethereum sono due blockchain molto diverse, ma vengono comunque paragonate l'una all'altra. Uno dei motivi è che il fondatore di Cardano, Charles Hoskinson, ha svolto un ruolo fondamentale nella nascita di Ethereum. Un altro motivo è che entrambe le blockchain stanno prosperando grazie alle loro capacità di contratti intelligenti e a un ecosistema di dApp che sta creando un enorme mercato digitale di prodotti e servizi finanziari costruiti sulla tecnologia blockchain.

        Fai trading quando e dove vuoi

        Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 80 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

        • 2525 Ventures B.V.
        • 3014 DA Rotterdam
        • The Netherlands
        Più informazioni
        • Informazioni su LiteBit
        • Lavori
        • Account aziendale
        • Supporto
        • Vendere
        • Notizie
        • Educazione
        Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti

        Iscriviti per rimanere informato tramite i nostri aggiornamenti e-mail

        Iscriviti
        Esplora monete popolari
        © 2022 LiteBit - Tutti i diritti riservati