Erik Weijers, 6 mesi fa

Cosa sono i pool di liquidità?

I pool di liquidità sono alla base della finanza decentralizzata (DeFi). Chiunque può depositare le proprie criptovalute in questi pool, creando mercati liquidi per prestiti e scambi.

Nella finanza decentralizzata (DeFi), tutti i tipi di processi di trading (prestiti, mutui, swapping) che normalmente passano attraverso un'autorità centrale sono rilevati da un software e distribuiti tra gli utenti. I pool di liquidità sono un esempio e persino una parte indispensabile della DeFi. Perché nelle criptovalute il capitale è distribuito in centinaia di valute diverse. Per rendere possibile il trading (ad esempio USDC/USDT), devono esistere coppie di trading. Vengono creati dei pool di queste valute e chiunque può inserirvi le proprie criptovalute.

Supponiamo che io non abbia intenzione di vendere i miei USDC per il momento, ma che voglia ottenere un reddito passivo. Invece di tenere semplicemente i miei USDC, li metto in un pool di liquidità di un protocollo DeFi. Ad esempio, in un pool in cui le persone possono scambiare USDC con un'altra stablecoin, ad esempio USDT. A quel punto, divento un fornitore di liquidità. In cambio dell'opzione che ho dato agli altri utenti di scambiare USDC con USDT (e viceversa), ricevo una commissione (trading fee).

Nessun order book

I pool di liquidità sono presenti in borse decentralizzate come Uniswap, Curve (su Ethereum) e TraderJoe (su Avalanche). Sebbene Uniswap non sia stata la prima a introdurre il principio dei pool di liquidità, questa piattaforma ha segnato la svolta del concetto.

I pool di liquidità sono market maker automatizzati. La differenza rispetto a una borsa tradizionale, come il mercato azionario, è che non ci sono order book con ordini di acquisto e vendita a determinati punti di prezzo. I pool di liquidità determinano invece il prezzo di ciascuna moneta mantenendo costante il prodotto del prezzo delle due monete:

Moneta A x Moneta B = costante.

Ciò significa che se qualcuno acquista la moneta A dal pool con la moneta B, il prezzo della moneta A aumenterà leggermente e quello della moneta B diminuirà. In questo modo, il prodotto rimane costante. Questo avviene tramite un aggiustamento automatico, da cui il nome di market maker automatizzato.

L'utilità dei pool di liquidità

I pool di liquidità si adattano perfettamente all'etica delle criptovalute. Dopo tutto, non c'è un intermediario che accumula potere e denaro dalle transazioni. A meno che non si pensi al software come a un intermediario. Inoltre, ci sono alcuni altri vantaggi:

  • Invece di aspettare che una borsa centralizzata di criptovalute inserisca nel listino una nuova moneta, gli utenti creano essi stessi un mercato. Questo è molto più veloce.
  • Non è necessario attendere che una controparte sia l'acquirente o il venditore. Il mercato è "liquido" e immediato in questo senso.
  • Un pool di liquidità consente ai nuovi dex di distribuire rapidamente le proprie monete (token di governance) ai fornitori di liquidità. In questo modo, si ottiene rapidamente un mercato per una nuova moneta. Il vantaggio per gli utenti è che possono mettere le mani su queste monete quando sono ancora a buon mercato e non sono disponibili sulle borse centralizzate.

Gli svantaggi dei pool di liquidità

Il trading nei pool di liquidità è trasparente perché può essere monitorato sulla catena. Lo svantaggio di un'intensa attività di trading, tuttavia, è che una catena può diventare troppo affollata. Ad esempio, ciò ha portato a costi di transazione elevati su Uniswap alla fine del 2020. L'elevato volume su Uniswap ha fatto salire il prezzo per chiunque volesse fare qualcosa con Ether, anche al di fuori di Uniswap.

Altri inconvenienti/rischi:

  • Se il pool è piccolo, non ci può essere un buon trading. Allora un'operazione è come un elefante che entra in una piscina piccola: il prezzo si muove violentemente.
  • C'è il rischio di bug o hack: dopo tutto, si tratta di software. Per un rischio con i nuovi dex.
  • Per i fornitori di liquidità, c'è il rischio di perdite impermanenti: questo si verifica in caso di violente fluttuazioni dei prezzi. Ad esempio, cosa succede al pool di liquidità di ETH e USDC se ETH aumenta bruscamente di valore? Allora l'ETH deve essere venduto in cambio di USDC per mantenere il giusto rapporto. Se in seguito ritirate i vostri ETH e USDC dal pool, in questo esempio riavrete meno ETH e più USDC di quanti ne avete immessi. In questo modo si ottiene un profitto, in parte grazie agli interessi, ma forse inferiore a quello che si otterrebbe se non si fossero versati gli ETH nel pool.
  • I tassi di interesse (APR) promessi sono spesso irrealistici perché (tranne che per le commissioni di negoziazione) provengono in misura sproporzionata dalla distribuzione delle monete del progetto. Il valore di queste monete spesso si svaluta nel tempo. Il "farming" di questi token ha spesso senso solo se si entra in anticipo.

Strategie per i fornitori di liquidità

Per guadagnare con i pool di liquidità, è necessario essere strategici. Il già citato fenomeno della perdita impermanente è uno di quelli da tenere particolarmente d'occhio. Questo rischio è minore con due monete il cui prezzo è correlato. Al contrario, una coppia di trading in cui una delle due è una stablecoin è più sensibile a questo rischio.

D'altra parte, si può anche vedere la perdita impermanente come un modo intenzionale di riequilibrare automaticamente / prendere profitti. Nel momento in cui il valore dell'ETH sale nel vostro pool ETH/USDC, significa che, grazie al ribilanciamento automatico, prendete profitto in USDC. Se si è consapevoli di ciò, si tratta di una strategia valida.

Conclusione

Tradizionalmente erano le banche a guadagnare con lo scambio di valuta - ora sono gli utenti a mettere direttamente a disposizione il loro capitale per le transazioni e a essere ricompensati per questo. Nella DeFi, ognuno diventa così un market maker che può guadagnare.

Grazie a Shivsak per la sua chiara spiegazione della DeFi.

Articoli in primo piano
Articoli correlati
Uniswap e il fee switch: si farà? 

lug 18, 2022

Uniswap è l'originale borsa decentralizzata ed è ancora unica per alcuni aspetti. Oltre a essere innovativa - permetterà presto di scambiare NFT - è conservativa sotto un altro aspetto: le commissioni di trading non spettano ai possessori della sua moneta UNI. La situazione rimarrà invariata o verrà attivato il cosiddetto fee switch (cambio di commissioni)? 

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 80 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

  • 2525 Ventures B.V.
  • 3014 DA Rotterdam
  • The Netherlands
Più informazioni
  • Informazioni su LiteBit
  • Lavori
  • Account aziendale
  • Supporto
  • Vendere
  • Notizie
  • Educazione
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti per rimanere informato tramite i nostri aggiornamenti e-mail

Iscriviti
Esplora monete popolari
© 2022 LiteBit - Tutti i diritti riservati