, 2 anni fa

Bitcoin-Halving: come il BTC sta diventando sempre più raro

Il Bitcoin è limitato a 21 milioni di BTC, la maggior parte dei nostri lettori probabilmente lo sa già. Questa è la circostanza che rende il Bitcoin così interessante. A causa di questa stretta limitazione, anche gli investitori istituzionali stanno discutendo apertamente se il Bitcoin abbia le proprietà migliori dell’oro. Nel caso dell’oro, la limitazione è di natura fisica, perché l’oro ha un certo valore di rarità e solo una certa quantità può essere estratta.

Con il Bitcoin, è la matematica a garantire che non possa mai superare i 21 milioni di BTC. Questo è un risultato assoluto ed è strettamente correlato a un evento ciclico che si ripete regolarmente.

Ciò che si intende qui è il cosiddetto dimezzamento (halving) del Bitcoin.

In questo articolo vogliamo fare un po' di ricerca e spiegare perché questo evento è così elementarmente importante e perché svolge un ruolo così rilevante.

Inizia con la massa monetaria

Bitcoin è una merce scarsa e strettamente limitata. L’halving del Bitcoin è strettamente correlato a questa limitazione, ovvero perché è un meccanismo che controlla il tasso di inflazione. Questo perché i 21 milioni di BTC non sono disponibili in un colpo solo, ma vengono prodotti per la prima volta per un lungo periodo di tempo.

Ma questo è solo l’inizio, perché allo stesso tempo il dimezzamento è strettamente legato allo schema di incentivi che premia i miner per il loro lavoro. Pertanto, fa parte della regolamentazione garantita dal protocollo ed è considerata una caratteristica importante.

Ricompensa del blocco

Ogni blocco estratto con successo contiene due ricompense. Uno è la commissione di transazione, che è determinata dai mittenti delle transazioni ed è di importo variabile. In linea di principio, i mittenti delle transazioni potrebbero anche decidere di non pagare alcuna commissione. In realtà, tuttavia, la maggior parte paga le commissioni di transazione perché non desidera che il tempo di conferma venga ritardato.

Al contrario, nessun mittente sceglierà di pagare più commissioni del necessario per ottenere una velocità di transazione accettabile. Pertanto, allo stato attuale, i miner non possono vivere di queste commissioni.

Tuttavia, c’è la seconda parte di questa cosiddetta ricompensa di blocco. Qui, viene generata una quantità fissa di Bitcoin per blocco, che viene assegnata al miner che aggiunge prima con successo un nuovo blocco. I miner generano così BTC "freschi", perché a ogni blocco ne vengono messi in circolazione di nuovi.

Al momento, i miner ricevono in questo modo 6,25 Bitcoin per blocco, che corrispondono a ca. 146.000 dollari USA (al 23.12.2020). Ciò significa che i miner, che spesso sono costituiti come società, possono certamente sostenersi e gestire un’attività redditizia. Se sarà possibile guadagnarsi da vivere con l’estrazione mineraria in futuro dipenderà da quanto varrà il Bitcoin in un lontano futuro. Dopotutto, la rete alla fine raggiungerà un punto in cui ci saranno solo le commissioni, ma nessun BTC appena coniato dalla ricompensa del blocco.

Il dimezzamento del Bitcoin in dettaglio

Ciò che viene dimezzato durante l’evento è la ricompensa del blocco spiegata sopra. Questo evento si ripete circa ogni quattro anni, per la precisione ogni 210.000 blocchi. All’inizio della blockchain del Bitcoin, tuttavia, le cose hanno accelerato un po’. Quando è stato lanciato il 3 gennaio 2009, la ricompensa per i miner era ancora 50 BTC. Ma entro il 28 novembre 2012, era previsto il primo dimezzamento e già erano solo 25 BTC per blocco.

Dal secondo dimezzamento nel 2016, tuttavia, Bitcoin ha mantenuto il ritmo di quattro anni e ridotto la ricompensa a 12,5 BTC. Quindi, a maggio 2020, si è verificato il terzo dimezzamento, risultando nell’attuale ricompensa per blocco di 6,25 BTC. L’evento continuerà a ripetersi fino a quando alla fine non ci saranno più ricompense per i blocchi. Tuttavia, mancano ancora circa 140 anni fino ad allora e quindi questo aspetto del sistema monetario che Bitcoin rappresenta è rimandato a un lontano futuro.

Possiamo aspettarci che il prossimo dimezzamento si verifichi nel 2024 e le implicazioni dell’evento tendono a essere ampiamente discusse nei media. Parte dell’attenzione dei media è certamente molto speculativa e alla fine serve a creare clamore. Tuttavia, oltre alla speculazione, c’è anche un nucleo di verità nelle previsioni, poiché la storia passata è un modo eccellente per vedere come il dimezzamento del Bitcoin ha influenzato il mercato.

Domanda e offerta

Prima di dare un’occhiata a questi effetti, vale la pena chiarire alcuni aspetti di base. Nella teoria classica dell’economia di mercato, il prezzo di una merce è determinato dal rapporto tra domanda e offerta. Se l’offerta è alta ma la domanda è bassa, è probabile che il bene sia economico. Se, d’altra parte, l’offerta è scarsa e la domanda è estremamente alta, anche il prezzo è estremamente alto perché molte parti interessate sono in competizione tra loro per un’offerta scarsa.

Per i beni convenzionali, l’offerta e la domanda raramente prendono un estremo in una direzione o nell’altra. Sebbene i turni siano normali, sono contenuti e avvengono ciclicamente. Quindi carenze estreme o persino un crollo completo della domanda è un evento molto raro. Ed è esattamente un evento del genere che viene prodotto dall’halving del Bitcoin.

La quantità in circolazione diventa più scarsa

Se seguiamo la teoria classica, il dimezzamento del Bitcoin garantisce che un numero sempre minore di BTC affluisca nel mercato. In questo senso, la merce sta diventando sempre più scarsa. Mentre ci sono oltre 18 milioni di BTC già disponibili sul mercato, questi hanno già un proprietario o sono stati persi in misura non trascurabile perché molti early adopter non si sono presi cura dei loro backup poco dopo l’inizio del Bitcoin. Dopotutto, BTC all’epoca valeva solo centesimi o dollari.

Quindi, a parte il BTC che può essere effettivamente scambiato sul mercato, non puoi mettere le mani su quelli nuovi così rapidamente. Questo effetto ha sicuramente avuto un impatto sul mercato e sul prezzo del Bitcoin negli ultimi anni. Se ciò si ripeterà in futuro, d’altra parte, è speculativo.

Il prezzo del Bitcoin e l’halving

Sebbene il dimezzamento sia spesso accompagnato da una quantità relativamente grande di attenzione da parte dei media, il giorno dell’evento reale accade molto poco. Gli effetti effettivi possono essere osservati regolarmente dai grafici un anno dopo. Qui, principalmente i picchi di prezzo sono interessanti, perché il Bitcoin ha sempre prodotto un nuovo massimo storico finora.

Dopo la fine del dimezzamento nel 2012, il mercato ha registrato per la prima volta un importante rialzo dei prezzi nel 2013. Anche il Bitcoin ha trovato il suo primo massimo storico in quel momento nel dicembre 2013, che ha causato molta attenzione internazionale ed è stato generalmente considerato sensazionale. Poco sotto i 1300 dollari USA è stata la fine e il mercato ha iniziato una lunga correzione.

Nel 2016, però, le cose hanno cominciato a muoversi, perché è avvenuto il successivo dimezzamento e alla fine dell’anno il prezzo è riuscito a legarsi al massimo storico del 2013. E ancora una volta, l’anno successivo ha visto un incredibile rally, con Bitcoin che ha finalmente trovato il suo nuovo massimo storico appena sotto i $ 20.000. E qui possiamo già vedere i primi parallelismi con l’anno in corso, il 2020.

Perché dopo il rally del 2017, BTC ha affrontato una correzione per più di due anni fino a quando il terzo dimezzamento è arrivato finalmente a maggio del 2020. Ora che siamo arrivati a dicembre del 2020, stiamo osservando lo stesso effetto di prima nel 2016. Il prezzo del Bitcoin è stato in grado di raggiungere il massimo storico dal 2017 e persino di superarlo. Ora dobbiamo aspettare e vedere se l’anno 2021 riserva un altro rally, come in precedenza nel 2013 e nel 2017.

Investitori istituzionali che entrano nel mercato

Tuttavia, sarebbe troppo facile se le cose continuassero ad andare allo stesso ritmo. Dopotutto, ci sono anche fattori che non sono affatto legati al dimezzamento. Ad esempio, tutti i rally finora sono stati dominati dagli investitori al dettaglio. Hanno portato abbastanza liquidità nel mercato, ma non avevano ancora un potere d’acquisto neanche lontanamente simile.

Questo sta cambiando sempre più man mano che gli investitori istituzionali cercano di proteggere le loro immense riserve di liquidità contro la potenziale inflazione. Tra questi MicroStrategy, MassMutual, SkyBridge Capital e per non dimenticare Grayscale Bitcoin Trust. Per coprirsi, molti investitori istituzionali investono spesso in oro, ma anche sempre più nei Bitcoin perché il BTC è molto più scarso di qualsiasi metallo prezioso. Poiché il tasso di produzione del Bitcoin è stato ulteriormente limitato dal dimezzamento, questa domanda sta soddisfacendo un’offerta estremamente ridotta.

Oltre alle società e ai fondi, però, entrano in scena attori completamente diversi. Questo perché PayPal ha integrato bitcoin nella sua piattaforma nel 2020. Man mano che il loro servizio si espande, viene creata una domanda aggiuntiva che non può più essere soddisfatta dai miner e dalla ricompensa del blocco.

Questo costringe gli investitori istituzionali ad acquistare il BTC sul mercato aperto e l’unica cosa che rimane per loro è pagare qualunque prezzo il mercato richieda. In questo senso, il dimezzamento è diventato ancora più importante poiché questa ulteriore scarsità si verifica in un momento in cui Bitcoin sta sperimentando una domanda che non è mai stata vista prima.

Ciò rivela anche il punto debole di questa previsione. Se la domanda non continua ad aumentare, anche una scarsità di offerta non servirà a nulla. Tuttavia, molti analisti ritengono che siamo solo all’inizio di questo sviluppo, motivo per cui l’anno 2021 potrebbe essere estremamente eccitante.

Articoli in primo piano
Articoli correlati
Che cos'è un impianto di mining?

ott 27, 2022

Un impianto di mining (o mining rig) è l'hardware assemblato necessario per il mining di criptovalute. Il Bitcoin è l'esempio più noto di moneta che viene messa in circolazione attraverso il mining. Anche Doge e Litecoin sono monete note in questo elenco.

Fai trading quando e dove vuoi

Aumenta l’impatto del tuo trading e i tempi di reazione in più di 80 criptovalute tramite l’accesso istantaneo al tuo wallet con l’app LiteBit.

  • 2525 Ventures B.V.
  • 3014 DA Rotterdam
  • The Netherlands
Più informazioni
  • Informazioni su LiteBit
  • Lavori
  • Account aziendale
  • Supporto
  • Vendere
  • Notizie
  • Educazione
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti per rimanere informato tramite i nostri aggiornamenti e-mail

Iscriviti
Esplora monete popolari
© 2022 LiteBit - Tutti i diritti riservati